Seleziona una pagina

Dopo Luca Parmitano, anche Samantha Cristoforetti ricoprirà il ruolo di comandante dell’equipaggio della Stazione spaziale internazionale. AstroSamantha prenderà le consegne da Oleg Artemeyev, che sta partecipando alla Spedizione 67, diventando il quinto comandante europeo della Stazione Spaziale (dopo Frank De Winne, Alexander Gerst, Luca Parmitano e Thomas Pesquet) e la prima donna europea ad assumere questo ruolo. La cerimonia di consegna, che prevede il simbolico passaggio di una chiave da parte del comandante uscente, è fissata per il 28 settembre 2022.

Sin dall’inizio della sua missione, Minerva, nell’aprile 2022, Samantha è stata responsabile del Segmento Orbitale degli Stati Uniti (USOS), supervisionando le attività nei moduli e nei componenti statunitensi, europei, giapponesi e canadesi della Stazione. “Sono onorata della mia nomina a comandante”, afferma Samantha “e non vedo l’ora di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare in orbita un team molto capace”. Il Direttore Generale dell’ESA, Josef Aschbacher, condivide la prospettiva di Samantha. “La scelta di Samantha come comandante dimostra chiaramente la fiducia e il valore che i nostri partner internazionali ripongono negli astronauti dell’ESA. Durante la missione Minerva, ha contribuito notevolmente ai successi scientifici e operativi della Stazione e il lavoro intenso continuerà ora sotto il suo comando”. David Parker, Direttore dell’Esplorazione Umana e Robotica dell’ESA, ritiene che “il bagaglio di conoscenze ed esperienze di Samantha la rende un’ottima candidata per questo ruolo. Come prima donna europea a ricoprire la carica di comandante, spinge ancora una volta in avanti i confini della rappresentanza femminile nel settore spaziale”. Il titolo completo di questo ruolo è Comandante dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale. Le cariche di comando vengono assegnate sulla base di decisioni congiunte prese da NASA (Stati Uniti), Roscosmos (Russia), JAXA (Giappone), ESA (Europa) e CSA (Canada). L’ESA è rappresentata in questo processo di selezione dal Capo del Centro Europeo Addestramento astronauti (EAC) e Responsabile di programma della ISS, Frank De Winne. “Sono lieto che la programmazione sia cambiata in modo tale che a Samantha possa di nuovo essere assegnata la posizione di comandante”, afferma Frank. “Ha il nostro pieno appoggio per svolgere questo importante ruolo di leadership. Non c’è dubbio che la sua direzione garantirà ulteriori successi alla missione”.

Questa posizione è fondamentale per il continuo successo della Stazione Spaziale. Mentre sono i direttori di volo nei centri di controllo a presiedere alla pianificazione e all’esecuzione delle operazioni della Stazione, il/la comandante della Stazione è responsabile del lavoro e del benessere dell’equipaggio in orbita, deve mantenere una comunicazione efficace con i team a terra e coordina le azioni dell’equipaggio in caso di situazioni di emergenza. Dal momento che Samantha assumerà il comando nelle ultime settimane della sua permanenza a bordo, uno dei suoi compiti principali sarà quello di garantire un efficace passaggio di consegne al successivo equipaggio. “Congratulazioni a Samantha: la sua nomina è motivo di particolare orgoglio per l’Italia e per l’Europa. Come prima donna europea a ricoprire la carica di comandante, Samantha sarà ancora una volta fonte d’ispirazione per le giovani generazioni” ha commentato il presidente dell’Agenzia spaziale italiana (Asi), Giorgio Saccoccia, aggiungendo che “un incarico di tale valore affidato per la seconda volta ad un astronauta di nazionalità italiana è anche la conferma del ruolo e dell’importanza che riveste il nostro Paese nell’esplorazione dello spazio e nelle attività spaziali internazionali. Auguri Samantha da parte di tutta l’Agenzia Spaziale Italiana e dai tuoi concittadini!”.